INFORMAZIONI

HOME OICL

CHI SIAMO

SCOPI E FINALITÓ

GLI ISCRITTI

BREVE STORIA DELL'O.I.C.L.

PUBBLICAZIONI

ARGOMENTI - TAVOLE DI LAVORO

AFORISMI

EVENTI

INFORMAZIONI

 
Lo Studio del Primo Cavaliere

 

Lo Studio del Primo Cavaliere

 

Lo Studio del Primo Cavaliere

 

Lo Studio del Primo Cavaliere
 

MENU

 



L'Ordine occupa oltre 400 mq. su due piani in un antico stabile nel centro di Genova-Sampierdarena, all'interno del quale sono organicamente distribuiti gli spazi riservati ai lavori rituali (Tempio, Sala dei Passi Perduti, Vestibolo, Gabinetto di Riflessione) e a quelli di funzione (Sala Riunioni, Sala delle Manifestazioni, Uffici, Drawing-room, Cucina, ampio Pub, Cella Vinaria e Servizi). I locali sono ricchi di riferimenti simbolici, che si rifanno allo spirito dell'Europa primordiale, al mondo cavalleresco, alla Massoneria operativa, lasciando anche campo alle dignità culturali di alcuni popoli dell'emisfero boreale, con particolare attenzione a determinate civiltà dei nativi del Nord America e alle nobiltÓ shintoiste del Giappone Imperiale.

L' O.I.C.L. conserva una discreta documentazione storica massonica, una interessante collezione di oggettistica, paramenti, grembiuli, medaglie e gioielli della muratoria internazionale e una importante raccolta di Tavole di lavoro. Esso dispone, inoltre, di una nutrita biblioteca interna (costituita anche da libri preziosi e assai rari), di una fornitissima videoteca e di una buona audioteca. L'intero materiale è rigorosamente archiviato e custodito, formando un patrimonio culturale sempre a disposizione di tutti i Membri dell'Ordine, che possono visionarlo, consultarlo e utilizzarlo come supporto per la propria formazione.

I componenti dell' O.I.C.L. costituiscono una compagine unita, tradizionalmente orientata, che - all'interno della struttura - trova un sereno rifugio, capace (in funzione degli obiettivi comuni e delle stesse aspirazioni) di filtrare ogni motivo di contrasto e di creare un terreno idoneo per la propria crescita spirituale. Questa pluralità (eterogenea per età, per mestieri, per grado culturale), indirizzata allo studio e alla ricerca (per il mantenimento e la trasmissione dei valori della Tradizione), impegnata al miglioramento interiore, contribuisce (anche se in forma varia e ridotta) al bene della societÓ.

Nel rispetto delle singole diversità, stimate come valori, troviamo il grande patrimonio dell'Ordine, il quale, comunque, non si isola mai in una "torre d'avorio" e non si allontana dalla realtà del mondo profano, dovendone osservare e respirare la sua trasformazione (che non significa farsi assorbire dalle pericolose spirali del mondo moderno, condividerne il continuo mutare o, peggio, accettarne la perdita dei valori fondamentali).




The headquarters of the Order occupy 400 square metres, across two floors, in an old building of the Sampierdarena district in the heart of Genoa. Located here are the rooms set aside for ritual practices (the Temple, Hall of Lost Steps, Vestibule and Chamber of Reflection) and functional areas (a meeting hall, an events hall, office rooms, a drawing-room, a kitchen, a spacious pub, a wine cellar, and restrooms). The rooms are filled with symbolic imagery related to the spirit of primordial Europe, the knightly world and operative freemasonry, as well worthy cultures from the northern hemisphere, with a special emphasis on certain native American civilizations and the Shintoist aristocracy of Imperial Japan.

The O.I.C.L. boasts a fair amount of historical documents on freemasonry and an interesting collection of objects, vestments, aprons and jewellery belonging to international lodges, along with a significant collection of work tables. The Order has a large library (which includes valuable and rare books), a well-stocked video collection and a good number of audio recordings. All items have been carefully catalogued and are kept as cultural resources available to all members, who can draw upon them at any time as an aid to their progress.

O.I.C.L. members form a close-knit group of traditionally-minded people. The Order provides a haven for them capable – within the context of shared objectives and aspirations – of smoothing existing contrasts and creating a suitable venue for spiritual development. This heterogeneous group (in terms of age, professions and cultural backgrounds), engaged in study and research (with the aim of preserving and passing down the values of Tradition), and committed to inner development, contributes (albeit to varying degrees and to a limited extent) to the good of mankind.

The strength of the Order lies in its respect for individual differences, which are regarded as values. However, the Order does not seek to shut itself up in an “ivory tower” or to remove itself from the profane world, whose transformation it wishes to observe and experience (although this does not mean falling into the dangerous spirals of the modern world, sharing its constant changes, or – worse still – accepting the loss of fundamental values).