GLI ISCRITTI

HOME OICL

CHI SIAMO / ABOUT US

SCOPI E FINALITà / AIMS & PURPOSES

GLI ISCRITTI / THE MEMBERS

BREVE STORIA / BRIEF HISTORY

PUBBLICAZIONI

ARGOMENTI - TAVOLE DI LAVORO

AFORISMI

EVENTI

INFORMAZIONI / INFORMATION

 
L'ARA

 

PARAMENTI DEL M.d.C.

 

SPADE
 

MENU

 


L'Ordine Iniziatico dei Cavalieri della Luce accoglie ogni persona di "pensiero libero", che sia maggiorenne, di buona condotta morale e che goda di ottima reputazione nella sua comunità.

Nel candidato si ricerca quella dignità non solo comprovabile o fondata sui documenti amministrativi, ma potenzialmente capace di affermare i valori della spiritualità pura, intesa come una realtà trascendente, sovrastante qualsiasi vincolo individualistico.

Dovendosi esplorare una disposizione naturale, si rende evidente la necessità di ricorrere a un attento processo di selezione - escludente qualsiasi forma inferiore o dozzinale di proselitismo generalizzato - poiché l'individuo non può sviluppare potenzialità che non siano già presenti in sé stesso dall'origine e queste facoltà costituiscono, per l'appunto, le qualificazioni richieste dal nostro Ordine Iniziatico.

Una vigile osservazione degli aspiranti favorisce la migliore analisi, che, nel nostro caso, non trova i suoi principali ostacoli nella diversità di sesso o nella razza biologica, né si esaurisce nella disponibilità economica o nella visibilità sociale o nelle attestazioni di una cultura nozionistica dei candidati, essendo, viceversa, orientata ad investigare esclusivamente sulla loro attitudine alla ricerca introspettiva e alla capacità di avvalersi di predisposizioni naturali, utili ad indirizzarli verso uno sforzo personale "attivo" e a disporli a quella elevazione che è patrimonio della "razza dello spirito", indipendentemente da ogni condizione di natura prettamente materiale.

Si sedes non is



The Ordine Iniziatico dei Cavalieri della Luce welcomes all “freethinkers”, provided they be of age, upright in their moral conduct, and in good standing within their community.

What is sought for in a candidate is the kind of
worthiness which is not merely proven by – or based on – official documents, but is potentially capable of affirming pure spiritual values, understood as a transcendent quality above all individual ties.

As it is necessary to evaluate each candidate's natural dispositions, a careful process of
selection is required, which rules out any lower, vulgar form of sweeping proselytism: for each individual can only develop a potential that is already within himself; and it is precisely these faculties that constitute the qualifications required by our Initiatory Order.

A close observation of candidates ensures optimum scrutiny. The main obstacles here are not related to gender or biological racial differences, or indeed to economic standing, social visibility or the possession of superficial knowledge. Rather, this scrutiny is exclusively meant to evaluate candidates' inclination to self-investigation and capacity to draw upon natural predispositions that may help them sustain an “active” personal effort and prepare for the kind of elevation which is the prerequisite of a certain “
race of the spirit” – regardless of purely material conditions.