BREVE STORIA dell'O.I.C.L.

HOME OICL

CHI SIAMO / ABOUT US

SCOPI E FINALITà / AIMS & PURPOSES

GLI ISCRITTI / THE MEMBERS

BREVE STORIA / BRIEF HISTORY

PUBBLICAZIONI

ARGOMENTI - TAVOLE DI LAVORO

AFORISMI

EVENTI

INFORMAZIONI / INFORMATION

 
 
 
 
 

MENU

 


Il Reale Ordine Iniziatico dei Cavalieri della Luce (O.I.C.L.) è stato legittimamente e ritualmente costituito il 30 Aprile 1993, sotto l'egida del "Grande Oriente Italiano". I suoi nove fondatori, tra i migliori e più preparati membri dell'Obbedienza, sono tutti provenienti da una pluriennale attività massonica, mentre l'ispiratore (già delegato alle massime responsabilità dell'Istituzione) trae i propri ideali (ai quali, fin dal 1970, mai ha abdicato) da una ininterrotta militanza nell'area del mondo della Tradizione.

Nel 1996, per conclamata incompatibilità con l'indirizzo culturale, etico e spirituale della nuova dirigenza della Comunione - inequivocabilmente affogata nei princìpi devianti della massoneria volgare speculativa - l' O.I.C.L. decide, all'unanimità, di abbandonare l'Obbedienza. Dopo 185 giorni di indipendenza, avendo rifiutato le pressanti richieste di tutte le più "grandi" (solo nel numero...) famiglie massoniche italiane, interessate ad assorbire o a cooptare il gruppo, l'Ordine aderisce (mantenendo la propria autonomia operativa e spirituale) alla "Serenissima Gran Loggia Nazionale degli A.L.A.M. - Piazza del Gesù", del Gran Maestro Vincenzo Milone.

Nel 2006, scomparso da qualche anno il G. M. Milone ed essendo manifesto l'intento del nuovo contestato Gran Maestro di perseguire obiettivi antitradizionali, inquinanti ogni Via iniziatica sapienziale, l'O.I.C.L. decreta di ritirare la propria adesione, di presentare le dimissioni dalle cariche conferite negli anni ai suoi massimi esponenti (quella di Gran Maestro Onorario al Primo Cavaliere dell'Ordine e i gradi di Dignitari della Gran Loggia ad alcuni membri dell'O.I.C.L.) e di fuoriuscire dalla "Serenissima Gran Loggia Nazionale Italiana degli A.L.A.M. - Piazza del Gesù", rendendo pubblica la propria scelta.

Il 4 Giugno 2006, l'Ordine Iniziatico dei Cavalieri della Luce proclama ritualmente e ufficialmente, per volontà unanime, il proprio stato di Sovrana Autonomia e Indipendenza. Qualche mese prima (il 21 Aprile, giorno del Natale di Roma), con rogito notarile formalizzava in Genova la "Massoneria Antica Universale" (Federazione già nominalmente costituita nel 1993), sancendo definitivamente la negazione e il non riconoscimento di ogni attività o autorità riconducibile alla massoneria volgare speculativa (inventata, nel giugno 1717, da quattro Logge inglesi, spettri e cadaveri di organizzazioni superiori), che, tuttora, ostenta illegittimamente un carattere pseudo-iniziatico, pur essendosi involuta a riformismi del peggior illuminismo, enciclopedismo e di razionalismo estremo, così, annullando ogni principio originario, alla fine invertendo il segno della polarità.

L'O.I.C.L. ha preso chiaramente le distanze da tutte quelle associazioni massoniche che - contraddittoriamente - hanno finto di far sopravvivere ritualismi gerarchico-simbolici e iniziatici (liberando, di contro, la professione di ideologie minori opposte) e che tutt'oggi - secondo una visione limitatamente speculativa o, peggio, politico-sociale - eludono con tattiche e suggestioni la visione reale delle "Confraternite" di Ordine Iniziatico, generando forze oscure antitradizionali determinanti una contro-iniziazione per individui inconsapevoli strappati alla profanità.



The Ordine Iniziatico dei Cavalieri della Luce (O.I.C.L.) was legally and ritually established on 30 April 1993 under the aegis of the "Grande Oriente Italiano" (G.O.I.). The nine founders, among the best and most experienced members of the Obedience, are all long-time Freemasons. The initiator (already entrusted with the highest duties within the institution) draws his ideals from his unbroken engagement within the world of Tradition (begun in 1970).

In the light of its manifest incompatibility with the cultural, ethical and spiritual orientation of the new leadership of the G.O.I. – utterly prey to the deviant principles of profane speculative freemasonry – in 1996 the O.I.C.L. unanimously chose to quit the Obedience. After 185 days of independence, having turned down the pressing requests made by all the largest masonic families in Italy, which sought to absorb or co-opt the group, the Order joined the “Serenissima Gran Loggia Nazionale degli A.L.A.M. – Piazza del Gesù”, headed by Grand Master Vincenzo Milone (while preserving its operative and spiritual independence).

In 2006, as G.M. Milone had passed away a few years earlier and the new, controversial Grand Master was clearly bent on pursuing anti-traditional aims, barring the access to any genuine initiatory Path, the O.I.C.L. chose to publicly withdraw its membership to the “Serenissima Gran Loggia Nazionale Italiana degli A.L.A.M. - Piazza del Gesù”. For its leading exponents, this meant resigning from the positions that had been assigned to them over the years (that of Honorary Grand Master in the case of the First Knight of the Order, and that Dignitaries of the Grand Lodge in the case of other O.I.C.L. members).

On 4 June 2006, the Ordine Iniziatico dei Cavalieri della Luce unanimously proclaimed its state of Sovereign Autonomy and Independence – both ritually and officially. A few months earlier (on 21 April, the founding day of Rome), “Massoneria Antica Universale” was formally established in Genoa through a notary deed (although it had already been nominally established in 1993). This marked the ultimate rejection and disavowal of any activity or authority linked to profane speculative freemasonry (which was invented from scratch in June 1717 by four English Lodges – mere ghosts or corpses of higher organizations). The latter illegitimately continues to flaunt a pseudo-initiatory character, despite the fact that it has embraced the worst reforms introduced by the Enlightenment and extreme rationalist philosophy, thereby abandoning all its original principles, to the point of inverting its polarity.

The O.I.C.L. has clearly distanced itself from all those masonic associations which – in an extremely contradictory manner – feign to carry on hierarchical-symbolical and initiatory rituals (while giving the all-clear to the profession of opposite minor ideologies) and which to this day – according to a narrowly
speculative or, worse still, socio-political vision – employ different strategies and suggestions to conceal the genuine vision upheld by initiatory “Brotherhoods”. The dark anti-traditional forces they spawn inevitably lead unaware individuals wrenched from the profane world towards counter-initiation.